Filosofia


Autodeterminazione e appartenenza

L’associazione promuove attività di divulgazione e sensibilizzazione sull’autodeterminazione come concetto di un diritto “assoluto” che appartiene a qualsiasi persona con disabilità così come a chiunque altro, per arrivare a superare i concetti di integrazione e inclusione ed approdare a quello di appartenenza. Ogni persona, e quindi anche le persone disabili, hanno il diritto di appartenere all’ambito sociale dove sono nati e cresciuti e dove vivere con la stessa libertà di scelta delle altre persone. 


“Dopo di noi”

Dentro il concetto di autodeterminazione rientra il diritto alla scelta di come e dove
vivere la quotidianità senza dover essere costretti, nel momento in cui viene a mancare il supporto dei genitori, a ricorrere ad una struttura (casa famiglia, comunità alloggio …).
Questo presuppone la deistituzionalizzazione, perché i luoghi istituzionalizzati hanno in comune la riduzione della complessità: le caratteristiche personali, le preferenze i desideri vengono passati in secondo piano. Poter quindi vivere all’interno del contesto sociale nel quale si è nati e cresciuti, o nel quale si è scelto di vivere e nel quale avere un ruolo.


Vita Indipendente è un movimento mondiale nato in California negli anni ’60.

​I soci fondatori della nostra associazione hanno iniziato il loro percorso di Vita Indipendente tanti anni fa…
Ma che cos’è Vita Indipendente? Chi l’ha inventata? Quando è nata? Di che cosa parla?
Dalla California alla Valpolicella (dove ha sede la nostra associazione), da Ed Roberts al seminario “A.pr.i. la porta” del 1997, dalla Legge 162/’98 all’ICDf.
Nel video qui a fianco un breve viaggio nella filosofia dell’autodeterminazione.


Vita Indipendente secondo Gessica

Tramite la comunicazione facilitata, Gessica Lavarini, uno dei soci fondatori, esprime i propri pensieri riguardo allo stile di Vita che sta vivendo grazie a Vita Indipendente:

– A Ge (Gessica) fa bene fare vita indipendente
Ho la soddisfazione di vivere

– Voglio fare una vita indipendente, perché voglio essere libera di decidere della mia vita e poter cosi stare seriamente tra la gente normale cercando di dare un esempio di riscatto dalla mia maestra di vita: la disabilità

– Vita indipendente
é fierezza di spirito
la speranza di stare 
tra le persone normali come esseri umani e non come diversi

​- Il momento in cui si gusta la vita è trovare il proprio progetto di vita e poterlo realizzare provando, andando avanti, piangendo, ridendo… io voglio stare tra la gente normale ed essere testimone del mio progetto di vita